11 gennaio 2008

Oggetti strani

Volevo aspettare il week end per fare la cernita dei miliardi di oggetti misteriosi che invadono la mia cosa (come se fosse vero), ma visto che il buon Diegozilla continua a chiamarmi in causa, tacciandomi per di più di latitanza, eccomi qui pronto a stilare la mia personale classifica di oggetti strani e curiosi che a vario titolo posseggo.

Al quinto posto:
Bellissimo boccale da Birra con tappo in ferro battuto perfettamente funzionante, appartenuto ad un pub di dubbia frequentazione dalla quale è stato sotratto in una notte di plenilunio.



Al quarto posto:
Uno spettacolare coniglio africano in legno (Balsa) dipinto a mano dalla tribù dei Gogo (nuova guinea) e arrivato nelle mie mani tramite un commerciante d'arte che lo prese da un cargo battente bandiera liberiana.



Al terzo posto:
Incredibile lampione da pub "Birra alla Spina" che ora fa bella mostra di sè sul mio terrazzo e ammica ai vicini, che inspiegabilmente, mi chiedo spesso una pinta. Non appartante sempre allo stesso Pub dell'oggetto del quinto posto.



Al secondo posto:
Insegna in plastica del 1967 riproducente lo storico manifesto della ditta Campari, acquistata su ebay lo scorso anno dal sottoscritto è attualmente appesa nell'ala ovest del mio salotto (con buona pace di mia moglie).



Al primo posto!
Luce di segnalazione Lavori in corso, in origine appartenente ad un operaio di Grossetto a cui è stata sotratta nottetempo da una banda di scalmanati di Pomezia che l'hanno riportata a casa come se fosse un prezioso trofeo di Guerra. Giace defunta sopra alla libreria per mancanza di batteria.



Ciao Diè!