11 gennaio 2008

Obama e la grafica




Da qualche settimana non si fa altro (e sarà cosi per parecchio ancora) delle primarie Presidenziali USA, Jillary Clinton, Obama ecc. ecc. in pochi però si sono soffermati sulla campagna elettorale e sulla grafica della campagna stessa dei candidati alla presidenza amaricana. Come d'abitudine ogni candidato ha il suo logo/simbolo, il suo sito, insomma la sua bella immagine coordinata che lo rappresenta e lo indentifica, come è logico che sia. Da noi la cosa come si sà è ben diversa, abbiamo partiti che improvvisano simboli precari e cambiano loghi come se fossero calzini, abbandonando simboli e identità storiche, negli Stati Uniti, un paese dove l'immagine e la grafica contano ogni quotidiano, giornale, magazine ecc. ha espresso il proprio pare (di parteo meno) su questo tema. Il New York Times ha fatto una disamina dei vari loghi, anche quelli delle campagne precedenti, sotto forma di fumetto, affidandole al disegnatore Ward Sutton (che pubblico qui sotto), molto interessante anche la precisa disamina del sito di Obama che appare chiaro vincitore almeno sul campo grafico, il suo logo infatti risulta semplice ed efficace, vedremo se sarà stato utile e vedremo se una buona campagna (graficamente parlando) lo aiuterà a vincere le elezioni.
(cliccare e studiare l'inglese per vedere meglio le immagini)