29 giugno 2009

Violenze domestiche



Spesso ci siamo occupati delle campagne (specie quelle estere) di Amnesty International, stavolta andiamo in Germania dove ad Amburgo hanno realizzato una campagna davvero molto curiosa ed innovativa. Il soggetto è quello delle violenze domestiche, violenze invisibili, nascoste dalle mura domestiche e di cui molto spesso non si parla.
Per evidenziare questo lato nascosto sono stati affissi alla fermate degli autobus una serie di manifesti che, a seconda se li guardi o meno, cambiano il soggetto. In sostanza il manifesto cambia se lo osservate, i soggetti sono due, un uomo che picchia la (presunta) moglie e la stessa coppia in versione felice. Sarà quindi praticamente impossibile vedere il marito che picchia la moglie in quanto una minicamera con fotocellula è stata posta sopra il manifesto e rileva il vostro movimento, cambiando il soggetto se osservato.
Anche se installati nella sola Amburgo l'idea è davvero buona ed ha recentemente vino il premio a Cannes per l'innovazione.