29 aprile 2012

Napoli Comicon (Secondo giorno)


"Senza Napoli non c'è fumetto" prendo in prestito questa frase detta dal Sindaco De Magistris nel momento in cui inaugurava (o quasi) il Comicon alla Fiera d'Oltremare. Effetivamente da quanto ho visto ieri sembra che i ragazzi (più o meno giovani) condividano il pensiero del loro Sindaco e si siano riversati in massa alla mostra con oltre 15.000 presenze, che pur essendo al primo giorno, ieri ha fatto registrare il pienone e il record di tagliandi staccati, se poi si calcola che era la prima volta che la mostra si spostava interamente alla Fiera abbandonando (forse per sempre) l'amatissimo Castel S.Elmo che l'aveva cullata e coccolata per anni, ecco che il risultato di ieri è pressoche straordinario in termini di successo, sia di visitatori, sia come impatto per una spledida mostra.



Claudio Curcio, Alino (la super maestra Viola) e tutti i ragazzi dell'organizzazione hanno davvero mostrato i muscoli e fatto un gran lavoro, disegnando un percorso logico ed intelligente fatto di corridoi larghi e ben concepiti, ampii stand e mostre interessanti, uno spazio per i cosplayer adeguato e aperto dove, anche grazie ad un sole quantomeno estivo, possono divertirsi senza intasare i corridoi della Fiera.


Possiamo dire che il Comicon è finalmente una mostra adulta, capace di attrarre e divertire tutte le tipologie di lettori e fruitori del fumetto (e non solo), da più anziani in cerca di emozioni sopite, ai più giovani che sperano di trovare le avventure dei loro eroi pronti a riceverli. Ecco se vogliamo proprio trovare un neo a questo Comicon, lo possiamo forse trovare nella mancanza di attenzione verso i più piccoli, manca forse un area Kids (didattico performativa) per bambni più piccoli (3-7 anni) dove poter familiarizzare con il mondo del fumetto e coltivare la stessa  passione che li porterà da adulti a frequentare i fumetti e il Comicon stesso.


Nella mattina di ieri è stato presentato il bellissimo libro per ragazzi "La notte dei giocattoli" scritto da Dacia Maraini e ottimamente illustrato da Daniele "Gud" Bonomo (segue la diaposiva) ed edito dalla Tunuè nella collana "tipitondi". L'incontro di presentazione, svoltosi all'interno della Feltrinelli ha visto la partecipazione di un nutrito gruppetto di accaniti bimbetti che hanno dato filo da torcere al nostro autore in quanto a partecipazione e coinvolgimento, segno che c'è davvero tanto interesse da parte dei più piccoli verso un mondo non troppo interessato a loro.

Per ora è tutto...


Qui sotto l'intervista integrale gentilmente fornitaci dal TG3 nella splendida persona di Riccardo Corbò




1 commento:

Naomi Chelsea ha detto...

Thank you for giving posts and articles were very amazing. I really liked as a part of the article. With a nice and interesting topics. Has helped a lot of people who do not challenge things people should know. You need more publicize this because many people. Who know about it very few people know this. Success for you....!!!