02 maggio 2012

Napoli Comicon (gran finale)



Il Napoli Comicon ha chiuso ieri sera i battenti, con quasi 50.000 biglietti staccati, una mostra che dati alla mano ha riscosso un successo fuori dal comune. Un successo che come detto in peedenza si merita appieno, per noi 5 Blogger è stata forse la manifestazione perfetta, la migliore degli ultimi anni in Italia. Napoli Comicon si chiude con il gran finale raccontandoci un po' di cose, eventi e conclusioni...

Premio stand vuoto




Ad esempio ci racconta di un'importante casa editrice che fino a pochissimo tempo fa era presa d'assolto da lettori in cerca di prestigiosi volumi e copie autografate dai vari autori da acquistare in blocco. Oggi quella stessa casa editrice è stata insignita del prestigioso premio "stand vuoto vuotissimo", vinto sul campo dove per tutti quanti in giorni non si è visto l'ombra di un autore (escludendo il solo e bravissimo Paolo Bacillieri) e sopratutto di un compratore! Ogg apparentemente il suo nome sembra faccia rima con "declino", ma siamo certi che è solo un momento passeggero nella storia di un casa editrice.

Andrea Pazienza

Una delle principali attrattive (secondo me) del Comicon di quest'anno era il restauro e l'esposizione dello splendido murales realizzato da Andrea Pazienza proprio alla Fiera d'Oltremare nel lontanissimo 1983, l'affresco, rimasto a prendere muffe e umidità per diverso tempo, era stato messo via e in molti pensavano ad un ormai lento declino.
Incrediilmente, proprio in questa occasione, dopo un restauro davvero ben fatto è tornato alla luce pronto a mozzarti il fiato e farti capire ancora una volta che razza di genio fosse quell'uomo, capace con un pennellone a secco di tirare su cavalli e cavalieri in pochissimo tempo. Adesso ci resta una domanda, ma forse anche una richiesta... mettetelo in un Museo prima che sia troppo tardi!



Cosplayer

Personalmente non ho mai avuto un buon rapporto con il mondo dei cosplayer, li ho trovati a volte esagerati, fuori contesto, troppo e troppi nello stesso corridoio di fiere anguste. Molte volte ho invocato una fiera solo per loro (idea che comunque non sarebbe del tutto sbagliata) ma in questa Napoli Comicon, ho finalmente fatto pace con il mondo cosplayer e suppongo anche loro si siano divertiti più che in nessun altra fiera. Prati, spazi enormi, sole, corridoi larghi dove poter spaziare comodamente, un palco dove poter sentire musica e divertirsi insieme, ancora una votla l'organizzazione si è dimostrata attenta alle necessità di tutti e ha fatto felici i migliaia di ragazzi venuti a Napoli proprio per questo.



5Bloggers

Daniele, Roberto, Andrea e Mauro (il supplente) sono stati ancora una volta perfetti compagni di viaggio, con loro è nato un rapporto speciale, forse unico, che raramente si trova in persone unite qualche mese fa quasi per gioco (ricordate Angoulemè?) e che oggi pensano come un unica entità (esagero?), dalle colazioni ai pranzi, dalle gite ai comics, tutto ha funzionato, abbiamo interagito, riso, scherzato, lavorato (SI abbiamo anche lavorato!). Un grazie non basta e non basterà mai...







Andrea con Alino un uomo di una grandezza immensa!

 

continua ---->

1 commento:

Mayumi Elisa ha detto...

I really liked this part of the article, with a nice and interesting topics have helped a lot of people who do not challenge things people should know.. You need more publicize this so many people who know about it are rare for people to know this... Success for you.....!!!