07 ottobre 2010

Gap New Logo

UPDATE:
Arrivano aggiornamenti da più parti su questa vicenda del nuovo logo Gap! Sono in molti a lanciare l'ipotesi che si tratterebbe di una sorta di crowdsourcing utilizzato come forma publicitaria per il cambio di immagine di questa importante azienda. Diego Zambrano della Ogilvy si è offerto volontario gratuito per sistemare le cose e su Dribble non sono pochi i loghi parodie che stanno comparendo. Idsgn ha contattato i presunti autori del nuovo logo Gap, che sembra sia lo studio Laird + Partners di New York, ma senza ottenere risposta. attendiamo eventuali sviluppi.


E' un momento di forti polemiche sul re-brand dei loghi, dopo quello del Comune di Roma (di cui torneremo presto a parlare) è ora il turno di Gap che ha recentemente cambiato il proprio logo, sostituendo il classico quadrato Blu con scritta bianca con un classico Helvetica nero molto anni ottanta (ma pur sempre efficace).
Fondata nel 1969 a San Francisco, Gap è uno dei marchi più popolari nel mondo dell'abbigliamento con un fatturato netto di 3,8 miliardi di dollari nel solo 2009, con 1.140 punti vendita negli Stati Uniti e quasi 300 nel resto del mondo. Senza alcun annuncio ufficiale e senza fanfare Gap ha inserito nel proprio sito il nuovo logo (eccolo qui) non dando alcuna specifica su chi, come o perchè ha realizzato questo importante restyling. 

Il nuovo logo a confronto

 

Si è subito scatenata una bufera mediatica, Gap è accusata da più parti di aver distrutto l'immagine dell'azienda, blog come il notissimo Iso50 hanno addirittura lanciato un vero e proprio concorso (scadenza il 13 ottobre) per proporre a Gap dei loghi più decenti e meno buttati li al volo. La Gap ha risposto attraverso una pagina pubblica di Facebook a queste accuse ringraziando pubblicamente quanti si sono interessati a questa vicenda e chiedendogli di rendere pubblici le loro prove di logo, come affermano loro stessi:"Grazie per gli l'input di tutti sul nuovo logo! Abbiamo avuto lo stesso logo per più di 20 anni e questo è solo una delle cose che stiamo cambiando. Sappiamo che questo logo ha creato un sacco di polemiche e siamo entusiasti di vedere tanti appassionati dibattiti intorno alla nostra immagine! Tanto è vero che vi stiamo chiedendovi di condividere i vostri disegni. Noi amiamo la nostra versione, ma ci piacerebbe vedere altre idee. Restate sintonizzati per ulteriori dettagli nei prossimi giorni su questo progetto".

Forse nell'ombra si profila uno straordinario caso di viral marketing attraverso l'utilizzo della rete e di un brutto logo messo li apposta? Qui sotto trovate alcune delle prove del concorso indetto da Iso50













11 commenti:

theorbitends ha detto...

the old GAP logo is NO Helvetica. the helvetica has no serifs. Its an classical antiqua, don't ask 4 the name.. =o))

ottokin ha detto...

In fact, do not think I ever said was that the old logo in Helvetica, know perfectly well that the old logo was a Gap serif font. Thanks anyway for your interest.

Planetary ha detto...

Visto ieri su ISO, speravo ne parlassi. Mah, vale tutto quello detto finora, sembra il brutto logo di un'agenzia di assicurazione di provincia.

Ora, considerando anche la mia modesta esperienza lavorativa, mi chiedo cosa ci sia dietro questo imbruttimento generale (ci sono altri esempi in giro): pessimi grafici o pessimi clienti?

ottokin ha detto...

Guarda Planetary non so che dirti, è difficile da capire.
Penso si potrebbe dare la colpa alla scarsa professionalità di dirigenti, alla crisi che fa risparmiare (chiami il cugino dell'amico di tuo zio invece dell'agenzia grafica), della sempre più frequente e diffusa credenza del "che ce vo' hai il computer..."

Insomma magari prima o poi lancio qui un tema del genere sperando siano in tanti a rispondere.

chissà...

bg ha detto...

Salve a tutti. non ho seguito da vicino la vicenda del logo GAP, ma visto che c'è di mezzo il crowdsourcing mi sento in dovere di segnalare un gruppo su facebook molto partecipato e discusso relativo alle gare su BootB.it.

http://www.facebook.com/group.php?gid=114758328545246

Planetary ha detto...

Ottokin quel discorso fila sulla grafica di basso-medio livello (che è quella di cui mi occupo io), cioè dal negozietto all'azienda media.
Da un soggetto così grosso mi aspetto di più, più studio, più progettazione, più investimenti, più tempo (il tempo! e chi te ne dà più?).

Purtroppo, leggendo in giro le esperienze di art director che lavorano ad alti livelli, pare che la mentalità di chi dirige società così grandi non sia poi così diversa da quella della signora Mariuccia e del suo alimentari.

Ok, i pessimi grafici ci sono eccome. Ma è mai possibile che vadano tutti da questi? C'è qualcosa nel meccanismo che s'è sballato.

koikumi ha detto...

non credo si tratti di risparmio. Forse solo di cattivo gusto da parte di qualcuno nelle alte sfere. Se invece fosse tutta una megamossa viral per attirare l'attenzione e poi sparare il vero nuovo logo, beh, sarebbe una delle mosse di marketing più geniali degli ultimi secoli.

ottokin ha detto...

A me puzza tanto il fatto che per ora il logo è comparso "solo" nel sito.
QUando una ditta che fattura miliardi lancia un cambio di logo del genere non lo fa così sommessamente (credo).

vedremo

Planetary ha detto...

Ho mandato il mio logo al contest di ISO :D Mi sa che son l'unico italiano!

Nella pagina di FB dicono di voler scegliere fra i loghi che gli utenti manderanno... abile marketing o salvarsi le chiappe in extremis?

LUIGI BICCO ha detto...

Potrebbe essere che hanno avuto tante di quelle sberle per questo logo che stiano seriamente prendendo in considerazione di fare marcia indietro.

Oppure, come più tragicamente sembra stia accadendo sempre più spesso in questo periodo, si stanno perdendo pezzi per strada. Anche nelle grosse aziende che hanno sempre puntato sul marketing.

Comunque ne ha parlato anche Il Post qui: http://www.ilpost.it/2010/10/08/nuovo-logo-gap/

Artan ha detto...

Secondo me hai azzeccato con il crowdsourcing. Il concorso di 99designs conta 4600 loghi e 1000 partecipanti!